In caso di perdita di uno o più denti, la loro sostituzione può essere fatta per mezzo di una protesi dentaria che rappresenta un vero e proprio dispositivo medico. È quindi l’elemento principale su cui si fonda la possibilità di ritrovare a pieno la funzione, sia meccanica della masticatura, che quella estetica. Le tecnologie hanno portato le protesi dentarie a simulare alla perfezione i denti naturali.

Una protesi dentaria può essere fissa o mobile, in questo articolo ci occuperemo di valutare il percorso che occorre fare per avere una protesi dentaria fissa impiantata e la sua quotazione, in modo da orientare sulla sua quotazione.

Le protesi dentarie fisse, a loro volta, possono essere parziali oppure totali a seconda che riescano a sostituire uno, alcuni oppure, anche tutti i denti. Ci sono differenti tipi di protesi dentarie fisse:

La capsula dentale impiantata su un dente naturale oppure su un impianto: ha l’effetto di sostituire unicamente la parte esterna del dente. Il materiale che viene utilizzato è vario ed accoppiato in diversi modi.

  • La capsula può essere in metallo-ceramica in cui la parte interna è fatta di metallo, mentre quella esterna è in ceramica. Questo tipo di materiale assicura una notevole resistenza e da modo, attraverso la ceramica, di avere un’ottima estetica del dente.
  • Lo zirconio è una capsula dentale in metallo bianco, che ha delle caratteristiche di estetica decisamente elevate unitamente alla grande resistenza che può offrire un metallo.
  • Il disilicato di litio è una capsula dentale che non ha metallo ma allo stesso tempo simula alla perfezione un dente naturale.
  • Il metallo composito è fatto da una parte interna in metallo, mentre nella parte esterna c’è una resina bianca che simula il colore dei denti naturali.

Oltre alle capsule dentali ci sono i ponti, si tratta di strutture composte da corone singole, oppure in accoppiata, che ospitano e sostengono il dente mancante al centro.
Poi c’è la protesi totale di una intera arcata questa viene chiamata protesi di Toronto ed è fissa avvitata su 4 oppure 6 impianti.

La protesi totale circolare è sempre una protesi fissa che utilizza gli impianti, oppure i denti che sono ancora presenti. Questi vengono limati e rivestiti dalla protesi.

La Maryland Bridge e in pratica un ponte costituito da una parte metallica che viene applicata in maniera adesiva.

Tutti i materiali che vengono utilizzati per le protesi fisse, sono certificati e quindi sicuri per essere impiegati in un lungo periodo.
Vengono selezionati per garantire un grado di resistenza appropriato e accoppiati ad altri materiali per simulare alla perfezione il colore e la consistenza di un dente naturale.

Le fasi per impiantare una protesi fissa e il loro impatto sul costo

In generale si può dire che un impianto dentale è composto da diverse fasi. La valutazione dello stato della bocca determina la necessità di procedere con alcune fasi intermedie che possono variare in funzione dello stato soggettivo della bocca del paziente. Se prendiamo in considerazione solo la fase in cui il medico fa delle precise valutazioni, partendo dall’indagine iniziale necessaria, si può pensare ad un percorso di questo tipo:

  • All’inizio il medico dentista deve capire con esattezza a che punto è la struttura ossea del paziente, per fare ciò si avvale di radiografie e Tac;
  • Dopo aver valutato con attenzione la base su cui applicare gli impianti, si procede a valutare la migliore delle strade possibili, per ottenere un risultato garantito. Ciò che cerca di fare il professionista è di avere una visione completa dello stato delle ossa dove verranno inseriti gli impianti dentali, che hanno il compito di sostenere la protesi dentaria fissa. La valutazione riguarda sia la quantità degli impianti che la qualità dell’osso a disposizione;
  • Successivamente viene valutata in maniera molto precisa la posizione migliore dove installare gli impianti con particolare attenzione nei confronti della loro inclinazione. Ciò fornisce delle importanti informazioni che sono determinanti per valutare la lunghezza e il diametro dell’impianto dentale;
  • Occorre quindi fabbricare l’elemento da impiantare che è in tutto e per tutto personalizzato;
  • Una volta fabbricata la Dima chirurgica si può procedere alla fase implantologica che viene fatta in regime di anestesia locale;
  • L’ultima fase riguarda il fissaggio della protesi definitiva che avviene dopo un periodo di circa 3 mesi, nel quale il dentista avrà fatto delle valutazioni in funzione delle indicazioni che provengono dalla protesi provvisoria.

Quanto ai prezzi di una protesi fissa occorre tener presente che le quotazioni devono tenere conto che ciò che si è appena evidenziato non contempla gli interventi preparatori che possono risultare anche complessi, e che incidono sulla quotazione finale in maniera del tutto soggettiva.

Per fare alcuni esempi di quotazioni, una ricostruzione di un dente con perno in fibra di vetro può costare circa 100 o 150 euro; una corona in ceramica integrale o zirconio costa gare 600 le 700 euro; la corona provvisoria all’incirca può costare dalle 50 alle 70 euro. Un impianto dentale in titanio costa all’incirca 500 euro.

Potrebbe essere necessario ricostruire un dente con perno in fibra, oppure fare delle estrazioni semplici o chirurgiche di uno o più denti; in taluni casi è richiesto il rialzo mascellare che incide notevolmente.

La protesi fissa avvitata su quattro o sei impianti in titanio può aggirarsi in un valore che va dai 4.500 fino ai 6.000 euro. Dopo l’impianto occorre stabilizzare la protesi fissa attraverso un lavoro di precisione che richiede tempo e dedizione.

Conclusioni

Un impianto di protesi dentaria fissa è una soluzione definitiva che ripristina in maniera efficace la funzione orale ed estetica della dentatura. Il medico dentista è chiamato a raggiungere un grado di precisione assoluta e per far ciò si deve avvalere della sua perizia ed anche di sistemi tecnologici avanzati che gli offrono una lettura delle informazioni, accurata.
Il processo ha una certa durata ma il paziente subisce un intervento poco invasivo, proprio perché accuratamente preparato. I materiali a disposizione forniscono oggi delle garanzie di resistenza e sicurezza che permettono di mantenere il sorriso perfetto per lunghissimo tempo. Rispetto al passato ci sono anche delle possibilità di risparmio proprio grazie alla possibilità di utilizzare nuove tecnologie.