Nella società moderna lo stile di vita, ma anche l’innalzamento dell’età media ha portato in primo piano l’esigenza di una bocca curata ed in ordine. Purtroppo ci sono cause che portano alla perdita o alla caduta dei denti per lo più nelle persone adulte e non solo negli anziani.

Si tratta di infezioni oppure di traumi con un certo tipo di gravità. La risposta che risolve queste problematiche è la protesi dentaria, queste sono dei dispositivi appositamente studiati caso per caso in grado di ristabilire la funzione anatomica della masticazione e la problematica estetica divenuta oggi sempre più importante.

È proprio la funzione estetica che viene maggiormente sentita da quasi tutti i pazienti che chiedono al proprio medico dentista di tornare a sorridere senza più avvertire l’imbarazzo, e ritornare a godere di un tratto estetico nella norma, è il cosiddetto piacere psico-fisico. Le protesi dentarie sono quindi possibili installarle in via definitiva, oppure in maniera transitoria, ma esistono anche quelle combinate che hanno solo una parte fissa.

In quest’ultimo caso si tratta di soluzioni innovative dove la componente principale è quella mobile che si aggancia alle strutture impiantate all’interno della bocca. Gli scheletrati dentali rientrano in questo gruppo e sono relegati a rimpiazzare solo alcuni denti. Fanno parte di questa categoria anche le dentiere in resina. I ponti e le corone sono invece le tipiche protesi fisse.

Per combattere l’edentulia (mancanza di dentatura), negli ultimi anni si sono sviluppate nuove tecniche odontoiatriche che hanno portato ad una serie di innovazioni. Per questa via le protesi dentarie mobili sono divenute un’alternativa sia alle classiche protesi dentarie mobili che a quelle fisse.

Gli stessi pazienti per diversi motivi si sono indirizzati verso le protesi mobili di ultima generazione che hanno un vantaggio considerevole rispetto a quelle mobili, che devono essere ancorate col supporto del palato e con la pasta adesiva.

I tipi di protesi mobili di ultima generazione ed i vantaggi percepiti dai pazienti

Nelle ultime protesi mobili sussiste un tipo di aggancio della dentiera, generalmente ancorato ad altri denti oppure alle gengive.

Vediamo in generale cosa possono prevedere le protesi mobili nelle diversi modalità qui di seguito sintetizzate:

Le protesi dentarie mobili totali sono necessarie quando si deve supplire alla mancanza totale di dentatura. Questa protesi viene modellata in base alla forma e struttura del palato e delle gengive del soggetto attraverso la rilevazione dell’impronta dentale.

Le protesi mobili possono essere anche di tipo Scheletrato con ganci quando il paziente ha ancora una parte della dentatura e la protesi se ne serve per agganciarsi in modo preciso.

Poi ci sono le Protesi in nylon, una soluzione che si utilizza in caso di edentulia parziale (mancanza parziale di dentatura). Si usa provvisoriamente per colmare il periodo in cui si definisce la dentiera fissa.

L’Overdenture su impianti, è una protesi totale che si attacca ad una arcata senza palato che non ha alcun dente. La soluzione in questo caso è molto stabile e si può rimuovere con facilità per tutte le operazioni di pulizia necessarie.

L’avanzamento tecnologico permette ora al medico dentista di studiare la soluzione migliore mediante software che riproducono e simulano il trattamento migliore. Ciò che porta ad un maggior beneficio è anche la possibilità di mostrare al paziente il risultato del lavoro con anticipo su ciò che andrà svolto.

La cura dei denti e le conseguenze

Si arriva a prendere in considerazione il bisogno di una protesi dentaria quando le conseguenze di una mancata dentatura provoca disagi e danni.

Ciascun dente nella nostra bocca ha una funzione ben precisa ed è essenziale per arrivare ad una masticazione corretta del cibo. La sua importanza la si deve allargare alla salute dell’intero cavo orale. Un dente mancante crea una diversità nel movimento simmetrico delle mandibole e questa forzatura può portare nel tempo a squilibri che possono portare a problematiche varie.

È un fatto che tutti abbiamo potuto notare nel corso della vita che quando un solo dente viene meno, gli altri tentino di allargarsi per prendere lo spazio vuoto. È un meccanismo del tutto naturale di compensazione. Se non si pongono rimedi si provocano difetti nella postura della dentatura che causano un’alterazione nel gesto della masticazione. Da ciò l’importanza di non far progredire il movimento ed intervenire nei tempi più stretti possibili.

Una preoccupazione che hanno le persone che hanno bisogno di cure odontoiatriche complesse, come può essere rivolgersi ad un impianto odontoiatrico fisso o mobile, riguarda i costi a cui andare incontro.

I costi di una protesi odontoiatrica mobile di ultima generazione

Le moderne tecniche odontoiatriche che hanno portato alle protesi mobili evolute hanno avuto un impatto anche sui costi, soprattutto rispetto alle protesi fisse. Sebbene non si possa dire qual è il costo di una protesi mobile di ultima generazione, poiché ciascuno vive un suo caso personale e personale è la cura, è un fatto che ci sia un risparmio anche notevole.

Il costo di una protesi in generale varia per la diversità dell’impianto, per i materiali utilizzati e per la necessità di valutare una situazione clinica in alcuni casi complessa. La soluzione più economica in generale è la dentiera mobile classica in resina, che però ha l’inconveniente di dover essere sottoposta a notevole pulizia e manutenzione.

I professionisti saranno in grado di evidenziare le migliori soluzioni possibili e le ricadute in termini di conseguenze, rapportando differenti tipologie di prezzi.

Protesi dentarie mobili, prendersene cura per risparmiare

Qualsiasi protesi dentaria mobile ha bisogno di cure e manutenzione che devono essere svolte dallo stesso utilizzatore. La sua efficienza dipende proprio da come ci si prende cura della propria protesi e questa è la prima fonte di risparmio che occorre tenere in seria considerazione.

Sul mercato sono disponibili diversi tipi di detergenti giornalieri per la pulizia delle protesi mobili con pastiglia. Il dentista fornisce delle indicazioni di manutenzione molto precise e che occorre seguire alla lettera per non pregiudicare l’efficienza e l’igiene.

Nonostante le precauzioni e la pulizia giornaliera è sempre utile fare dei controlli periodici dal dentista per valutare lo stato generale della bocca e della protesi mobile.